8 giugno 2008

Fotorecensione eeePC 900

Sfruttando il contributo governativo di 200 euro mi sono portato a casa l'eeePC 900 a 199 euro anziché 399 euro.

Faccio una recensione prettamente fotografica:


Davanti alla sua scatola: molto compatta e minimale.









Sul retro si trova solo l'alimentazione. Nella prossima versione, la 901, verrà spostata sul fianco, decisamente più comoda.






Nella scatola viene anche fornita una morbida custodia, non male per un prodotto economico!



A confronto con altri oggetti di uso comune:









Le persone con le dita particolarmente grosse potrebbero avere qualche difficoltà a scrivere su questa tastiera.
Comunque dopo l'incertezza iniziale mi sono abituato e ora scrivo abbastanza agevolmente e i tasti rispondono bene, il tutto dopo pochi giorni di uso.



Prenderlo con una mano è relativamente facile data la sua leggerezza (900gr) e compattezza.



Il confronto con il MacBook è spettacolare. Il MacBook, portatile già molto compatto di suo, è grande quasi il doppio del piccolo eeePC.



Sopra il PowerBook 17".



Continua una serie di foto con confronti di dimensioni tra MacBook, PowerBook 17" e eeePC.






E' comunque più spesso del PowerBook e del MacBook.






A confronto con il controller Wii e quello XBox 360, forse la foto che più rende l'idea delle minuscole dimensioni!



Ora arriviamo all'interfaccia.
Il sistema Xandros di default ha un'interfaccia very very easy.
Finalmente un computer facile da usare! Sono veramente contento di questo passo avanti!
L'impostazione iniziale prevede solo il nome utente, la password e accettare il contratto!
Così si presenta appena acceso: sfido chiunque a NON trovare la navigazione sul Web oppure Messenger!



Navigazione su internet con Firefox fornito di serie:



C'è anche la suite OpenOffice:



Oppure programmi semplici ma funzionali come quello per ascoltare la musica:



Naturalmente è presente il terminale. Non c'è naturalmente l'icona per non confondere l'utente ma basta premere ctrl+alt+t.



C'è anche un'interfaccia full da installare a parte. E' meno easy ma più familiare per chi è già pratico di computer:



Il messenger, cioè Pidgin.



Conclusioni: un prodotto ottimo, decisamente.
Un computer facilissimo da usare per chi non è tanto pratico (era ora!), molto personalizzabile per chi vuole di più, che porta Linux preinstallato alla grande massa, che funziona senza fronzoli e soprattutto "piccolo & economico" (cosa che fino a poco tempo fa era solo "piccolo & sopra i 2000 euro!").
Un computer che dimostra come è più importante il software dell'hardware, che la rincorsa alle prestazioni non ha senso se si compiono sempre le solite cose,, che l'Open Source è più adattabile ad hardware diversi, che i computer attuali ultra pompati spesso sono più lenti di un eeePC ad aprire un browser web oppure OpenOffice.
Non ci credete?
Non vi resta che provarlo e provare la sua velocità. Non è un portatile da montaggi video ma le cose che alla fine occupano il 90% del tempo all'utente medio (chat, web, office, musica, ecc.) vengono svolte in modo semplice e sbrigativo.
Richiama moltissimo la filosofia dei prodotti Apple (ad esempio quella del "tira fuori dalla scatola e usa") ma senza scendere a volgari scopiazzature! Ha semplicemente un suo stile!
Naturalmente non è adatto a tutti. Per adesso ho trovato 3 figure chiave a cui piace tantissimo l'eeePC:
- agli studenti;
- agli amministratori di reti o comunque tecnici IT;
- alle donne :P

5 commenti:

Marco ha detto...

Ma quanti Macbook hai? :p
Speriamo che steve lanci l'apple eee stasera!

Hyunkel ha detto...

Ottima recensione...complimenti!
Ero proprio curioso di vedere l'EEE 900

nanuk ha detto...

ciao
complimeti
ma come hai fatto a passare in modalità full desktop?non ci riusciromai......
se puoi aiutarmi....
marco
pastorelli82@libero.it

Anonimo ha detto...

ciao sono anche io uno studente della biccoca ed ho parecchi problemi di configurazione del certificato per la rete wi fi.

Ho un asus eee 900 con linux Xandros e non sono molto pratico di terminale.

potresti darmi qualche consiglio ?! o perchè no dato che ti vedo esperto e pratico pubblicare un bel post esplicativo del procedimento ?!

oltre a fare un sacco di accessi sul blog otterrai anche un sacco di gratitudine da molti bicocca user.

Grazie mille

Edo Lee

Giuseppe ha detto...

Capisco il problema su cui mi sono imbattuto anche io.
Non l'ho mai risolto totalmente perché sono passato a Ubuntu Easy Peasy che ha driver più recenti e ora infatti funziona: http://www.geteasypeasy.com/

Comunque su Xandros qualcosa c'era in giro per il web, specialmente un documento pdf di un'università del sud che spiegava passo passo.